Neurostimolazione

NEUROSTIMOLAZIONE: UN TRATTAMENTO NEUROPSICOLOGICO DI ULTIMA GENERAZIONE

La stimolazione transcranica a corrente diretta (tDCS, o transcranial direct current stimulation) rappresenta una tecnica di neurostimolazione non invasiva impiegata nella ricerca scientifica e nella pratica clinica di avanguardia. La tDCS consiste nell’applicazione di due elettrodi sullo scalpo, ovvero nel passaggio di una debole corrente elettrica (inferiore a 2 milliAmpere) che facilita la modulazione dell’eccitabilità neuronale. In altri termini, mediante una procedura del tutto innocua e indolore, l'operatore è in grado di incrementare l'attività 

neurale di aree cerebrali coinvolte nel mantenimento di una condizione neuropsicologica o psicopatologica. L’efficacia della tDCS è stata ampiamente dimostrata da una solida letteratura scientifica che la annovera fra i più efficaci interventi neurali di ultima generazione: ad esempio, nel trattamento delle dipendenze e del disturbo depressivo, il miglioramento clinico che si ottiene con tDCS è rapido, significativo e corrisponde ai benefici di una prolungata assunzione di psicofarmaci (Nitscheet al., 2009; Shiozawa et al., 2014; Meronet al., 2015; Sauvagetet al., 2015). 

La stimolazione con tDCS è quindi sicura e priva di effetti collaterali (Bikson et al., 2016); risulta efficace principalmente nel trattamento dei disturbi depressivi, dipendenze da sostanze e gioco d’azzardo, dolore cronico, riabilitazione motoria, cefalea. Generalmente un protocollo di intervento con tDCS produce i primi effetti già a distanza di una settimana (una sessione di 20 minuti al giorno per 5 giorni consecutivi): può essere erogato come trattamento unico oppure in combinazione ad una psicoterapia.

La mia esperienza con la neurostimolazione deriva da anni di applicazioni sperimentali nel contesto della ricerca universitaria. Considerata l’efficacia della tDCS per la gestione di varie condizioni psicologiche, ho deciso quindi di adottare questo intervento di ultima generazione anche nella mia pratica clinica. Lo strumento che utilizzo viene prodotto negli USA ed è stato approvato dalla Food and Drug Administration (FDA): ogni trattamento viene quindi erogato nel pieno rispetto delle linee guida di riferimento e degli standard di sicurezza riconosciuti a livello internazionale.

Contattami se desideri ricevere maggiori informazioni sulla neurostimolazione.

 

Riferimenti bibliografici

Nitsche, M. A., Boggio, P. S., Fregni, F., & Pascual-Leone, A. (2009). Treatment of depression with transcranial direct current stimulation (tDCS): a review. Experimental neurology, 219(1), 14-19.

 

Shiozawa, P., Fregni, F., Benseñor, I. M., Lotufo, P. A., Berlim, M. T., Daskalakis, J. Z., ... & Brunoni, A. R. (2014). Transcranial direct current stimulation for major depression: an updated systematic review and meta-analysis. International Journal of Neuropsychopharmacology, 17(9), 1443-1452.

 

Meron, D., Hedger, N., Garner, M., & Baldwin, D. S. (2015). Transcranial direct current stimulation (tDCS) in the treatment of depression: systematic review and meta-analysis of efficacy and tolerability. Neuroscience & Biobehavioral Reviews, 57, 46-62.

 

Sauvaget, A., Trojak, B., Bulteau, S., Jiménez-Murcia, S., Fernández-Aranda, F., Wolz, I., ... & Grall-Bronnec, M. (2015). Transcranial direct current stimulation (tDCS) in behavioral and food addiction: a systematic review of efficacy, technical, and methodological issues. Frontiers in neuroscience, 9, 349.

 

Bikson, M., Grossman, P., Thomas, C., Zannou, A. L., Jiang, J., Adnan, T., ... & Brunoni, A. R. (2016). Safety of transcranial direct current stimulation: evidence based update 2016. Brain stimulation, 9(5), 641-661.